GeoNetwork è un software open source per la gestione di cataloghi di risorse georiferite tramite web. Offre potenti funzionalità di editing e ricerca di metadati, harvesting e sincronizzazione tra cataloghi distribuiti di metadati, nonché un visualizzatore di mappe integrato.

Questa pagina vuole essere di aiuto a chi si sta avviando al mondo dei software WebGIS FOSS, e vorrebbe realizzare un'applicazione web senza perdersi nel mare magnum di soluzioni disponibili.

Gli elementi principali di un'applicazione WebGIS sono:

  1. I vostri dati, organizzati come meglio credete (shapefile, raster, geoDB come PostGIS, ecc.)
  2. Un webserver
  3. Un server di mappe
  4. Un client che permette agli utenti di interagire coi vostri dati

Tralascio il primo aspetto, perché non rientra negli scopi di questa pagina.
Per quanto riguarda il webserver la scelta dipende dai due punti successivi, percui lo riprenderò più avanti.

Il server delle mappe

Questo software risiede sulla vostra macchina server. Il suo scopo principale è quello di gestire l'interazione tra un client e i vostri dati.
Le due soluzioni principali sono Mapserver e Geoserver .
Entrambi i server offrono servizi di tipo WMS e WFS . Consiglio di considerare fin da subito l'impiego di questi protocolli, perché sono i due principali standard attuali nella realizzazione di servizi web geografici. Inoltre i dati distribuiti secondo questi protocolli sono fruibili anche dai principali GIS Desktop.

GEOSERVER

E' un software Java. La sua installazione può essere effettuata senza grosse difficoltà sia come applicativo "standalone" che richiede esclusivamente che sia installata la Java Virtual Machine, che come applicazione poggiata sul webserver Tomcat (pacchetto .war). La gestione è molto amichevole grazie ad un'interfaccia grafica via web disponibile quando il server viene avviato. E' supportato il protocollo WFS-T, ovvero con Geoserver è possibile editare i dati vettoriali pubblicati quando si decida di rendere pubblico questo servizio. Geoserver è indicato soprattutto per una pubblicazione rapida e semplice di servizi WMS e WFS.

MAPSERVER

La sua installazione è in generale più complessa di Geoserver, sebbene per molti sistemi operativi esistano già pacchettizzazioni pronte all'uso. Il suo utilizzo dipende dalla conoscenza della sintassi dei suoi file di configurazione (mapfile)
I suoi punti di forza sono un'ampia interfaccia di programmazione (Mapscript) che permette di interagire col server tramite linguaggi lato-server come PHP, Python, JAVA, ecc., e, a differenza di Geoserver, può vantare varie soluzioni di client pronti all'uso che permettono interazioni anche complesse coi dati (identify, visualizzazione attributi, query, ecc.) come ad es. Pmapper. Mapserver è consigliato quindi se si vuole disporre di funzionalità client più complesse, e per potere gestire l'accesso ai dati e la loro stilizzazione in maniera semplice tramite la sintassi dei mapfile.

Il client

Esistono due grandi categorie di client: quelli che "lavorano" lato-server e quelli invece "lato-client". In entrambi i casi il mezzo d'interazione sono pagine web a cui l'utente accede tramite un browser, ma mentre nel primo caso il client esegue le sue elaborazioni sul server (usando un linguaggio come PHP, ad es.), il secondo gruppo vive all'interno del browser del client (usando i linguaggi DHTML e Javascript). Se vogliamo evidenziare un software per ogni categoria, Pmapper appartiene ai lato-server, Openlayers a quelli lato-client.

OPENLAYERS

E' una potente libreria scritta in Javascript che non richiede alcuna installazione, in quanto necessita solo di essere inclusa in una semplice pagina html.
In quanto libreria, per poter essere utilizzata richiede una conoscenza più o meno approfondita del linguaggio Javascript, a seconda di cosa vogliamo realizzare. Le sue potenzialità sono estremamente ampie, ma un suo utilizzo avanzato non è proprio immediato.

Se ci interessa visualizzare e navigare una mappa sul nostro sito, è lo strumento che fa al caso anche per chi non ha esperienza di programmazione e vuole risultati rapidi!
I suoi vantaggi sono:

  1. il fatto di poter avere una mappa inclusa con facilità nelle proprie pagine web
  2. tramite OL possiamo usufruire facilmente di servizi di geodati pubblici come OpenStreetMap, Google Maps, Visual Earth, Yahoo Maps, ecc. (NB: gli ultimi tre sono servizi gratuiti ma non liberi!)
  3. si possono facilmente visualizzare e navigare dati pubblicati tramite servizi WMS e WFS, e con non troppo sforzo si possono editare dati vettoriali (c'è un'esempio nell'installazione di Geoserver che mostra OL+WFS-T)
  4. Se non avete bisogno di pubblicare vostri servizi WMS e WFS non è necessariamente richiesto di mettere mano al server.
    Per vederlo all'opera basta una sola pagina html, che può stare anche su un hosting a pagamento, dove non abbiamo modo di installare software e configurare il server.

Lo consiglio a chi non necessita di funzionalità GIS avanzate, almeno che non se la cavi piuttosto bene con Javascript, e vuole uno strumento rapido da mettere su.
Se avete voglia di spenderci tempo... può fare cose strabilianti!
Alcuni esempi: http://www.openlayers.org/dev/examples/
Accoppiata semplice: Openlayers+Geoserver
Accoppiata più complessa: Openlayers+Mapserver, secono me solo se si vuol trarre vantaggio da Mapscript (per utenti più avanzati)

PMAPPER

deve installato sul server. Richiede Mapserver abbinato all'estensione phpMapscript.
E' un client che già di base offre molte funzionalità GIS, ed ha un'interfaccia anche molto carina.
Lo consiglio se si ha bisogno di poter interrogare e visualizzare gli attributi dei nostri dati senza scrivere una riga di codice (cosa inevitabile in Openlayers).
Lo svantaggio è che richiede di poter mettere mano al server, e di dover configurare il software per poterlo utilizzare (posizionamento delle cartelle, configurazione dei percorsi, ecc.)
Non la ritengo un'alternativa ad OL, in quanto il target di utilizzo è piuttosto diverso.
Accoppiata necessaria: Pmapper+Mapserver

Il Webserver

A questo punto dalle scelte precedenti.
Openlayers da solo: basta un server per pubblicare pagine html, es. hosting pubblici, o un Apache di base.
Geoserver+Openlayers: Tomcat o un altro Java container compatibile, per poter far funzionare il nostro server di mappe Java.
Mapserver+Pmapper: Apache con supporto per PHP. Il supporto a PHP è necessario per usufruire di Mapscript e usare Pmapper. Nel caso si voglia accoppiare Mapsevrer a OL, è sufficiente Apache.

MapServer è un ambiente di sviluppo Free Software e Open Source per la costruzione di applicazioni web dedicate alla pubblicazione di dati spaziali. E’ stato sviluppato alla Univesity of Minnesota (UMN) nell’ambito del progetto ForNet sostenuto dalla NASA insieme al Minnesota Department of Natural Resources; lo sviluppo è in seguito continuato con un altro progetto NASA, il progetto TerraSIP. Il progetto MapServer è in continua crescita, con diversi ricercatori ed enti nel mondo che si stanno occupando del suo sviluppo.
MapServer è un valido strumento per la costruzione di sistemi web di navigazione, può essere utilizzato direttamente, come eseguibile CGI, oppure ci si può appoggiare anche al MapScript  API che permette di richiamare le funzioni da MapServer all'interno di diversi linguaggi (PHP, Python, Perl, Ruby, Java, e C#).
MapServer ha implementato anche i servizi WMS (specifiche OGC 1.1.1) e WFS (specifiche OGC 1.0.0), sia come client che come server OGC.
Altre informazioni su MapServer  e su altri progetti derivati (ka-map, chameleon,...) sul wiki di gfoss

p.mapper è un front-end user friendly che si interfaccia al motore di rendering MapServer.  E' in grado di sfruttare al meglio le potenzialità di Mapserver attraverso un layout pulito e estremamente intuitivo. L'applicativo è diffuso in tre versioni (p.mapper1,p.mapper2 e p.mapper3): la prima versione è basata su una tecnologia a frame stabile ma rigida, nella seconda e nella terza versione invece vengono utilizzati i più moderni fogli di stile (css). L'ultima risulta essere più dinamica e versatile e viene attualmente distribuita nella versione 3.1.0, infine il codice ha ricevuto la convalida a gli standard W3C dalla versione 2.

p.mapper è un'applicazione sviluppata in PHP, PHP/Mapscript e JavaScript; Il motore di visualizzazione di p.mapper è basato sulla tecnologia AJAX, Asynchronous JavaScript e XML
 
Le caratteristiche principali di p.mapper sono le seguenti:

  • zoom/pan con interfaccia DHTML (DOM): zoom interattivo mediante zoom box e pan dinamico;
  • zoom/pan mediante rotella centrale del mouse, tastiera, slider e immagine di riferimento;
  • interrogazione e ricerca sulla mappa mediante tre modalità: puntuale, per area e per toponimi. È possibile infatti individuare un toponimo in modo manuale utilizzando i tasti di zoom, pan ed interrogazione, oppure inserendo il toponimo nella maschera di ricerca avendo come risultato l'evidenziazione della zona ricercata;
  • i risultati delle interrogazioni possono contenere collegamenti a database ed a altre pagine web;
  • stampa di mappe generate sia in HTML che in PDF;
  • configurazione di alcune funzioni, comportamenti e layout attraverso un file INI di configurazione;
  • interfaccia multilingua, le lingue predefinite sono inglese, tedesco, italiano, francese e svedese. E' però semplice l'installazione di lingue aggiuntive

Sito principale: http://www.pmapper.net

 

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.Maggiori Informazioni