Le applicazioni webGIS permettono la distribuzione di dati geo-spaziali, in reti internet e intranet, sfruttando le analisi derivanti dai software GIS  e per mezzo di classiche funzionalità di applicazioni web-based pubblicano informazioni geografiche nel World Wide Web. Un sistema web-gis si basa su normali funzionalità Client-server, come una classica architettura Web. Il client è un qualsiasi browser, come ad esempio Mozilla Firefox, il lato server consiste in Web-server (ad esempio Apache) e un software webGIS (ad esempio UMN Mapserver) che si occupa di fornire le funzionalità di visualizzazione/interrogazione per l' interpretazione di dati georeferenziati.
Possiamo schematizzare il processo di funzionamento di un WebGIS nel seguente modo:

  • l’utente, tramite un’apposita interfaccia web, invia dal proprio client mediante un generico browser una richiesta nella quale è definita l’area di interesse (estensione geografica della zona da visualizzare) e i contenuti a cui si vuole accedere (elenco dei layer di interesse);
  • in base ai dati ricevuti il motore del WebGIS accede ricerca nel rpoprio archivio le informazioni richieste (file, come shape, TIFF, ...; effettuando una connessione a database, oppure mediante l’accesso ad altri server cartografici, ad esempio OGC Web Services) estraendo la porzione di territorio specificata;
  • sono quindi generate una o più immagini che saranno inviate al client.

In modo simile avviene l’interrogazione dei dati: in questo caso il client invia al server una coppia di coordinate (nel caso di interrogazione puntuale) o un insieme di coordinate per definire una regione ed il server interroga gli attributi degli oggetti cartografici presenti nella zona di interesse, restituendo un report con i valori estratti.

GeoServizi

L'Open Geospatial Consortium (OGC)  si occupa della definizione degli standard per i GeoServizi (OpenGIS Web Service - OWS)
Lo scambio dei dati si basa sul protocollo HTTP, utilizzando un web service si permette l’interazione tra servizi web e applicazioni mediante l’invio di messaggi in formato XML (eXtensible Markup Language). L'intero sistema di comunicazione è indipendente dalla piattaforma hardware, dal sistema operativo e dal formato originario dei dati: qualsiasi software client e server possono comunicare tra di loro purché implementino in modo corretto gli standard.
Possiamo descrivere il funzionamento come segue:

  • il client contatta il server e lo interroga sulle sue funzionalità;
  • il server fornisce al client un documento XML contenente la descrizione del servizio offerto, dal punto di vista delle funzionalità e dei dati disponibili;
  • utilizzando come riferimento il documento di descrizione inviato dal server il client genera la propria richiesta;
  • il server fornisce i dati in un formato standard (GML o immagini) seguendo le richieste inoltrate dal client.

I software per realizzare webGIS e GeoServizi

Qui trovate una breve guida commentata per una scelta inizale di alcuni software necessari a realizzare un WebGIS:

Front ends a MapServer e GeoServer

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.Maggiori Informazioni